Obiettivi

Il progetto RoboCare pone la problematica relativa all'implementazione di un sistema integrato multi-agente che assolva il compito di aumentare il grado di autonomia dell'anziano in ambiente casalingo, ovvero di introdurre una serie di servizi per l'automatizzazione delle attività svolte nelle opportune strutture assistenziali (Residenze Sanitarie Assistite). L'obiettivo che l'Unità di Ricerca PST si prefigge, consiste nello sviluppare un Agente Supervisore avente lo scopo di coordinare le attività di tutti gli agenti (umani e non) presenti nell'infrastruttura tramite l'introduzione di una serie di servizi cognitivi.

Gli attori presenti nell'infrastruttura sono in generale di natura diversa: l'ambiente potrà essere disseminato di un certo numero di sensori, di impianti di domotica avanzata, di piattaforme robotiche e di agenti umani, secondo un approccio ad iniziativa mista.

Scopo del sistema è quello di fornire una struttura per l'integrazione funzionale di tutte le componenti. I servizi cognitivi messi a disposizione dal supervisore dovranno quindi essere utilizzati come base comune di comunicazione, interazione, coordinamento e sincronizzazione tra le componenti stesse. Ad esempio, una particolare linea di azione di una unità robotica potrà essere decisa in base al particolare stato di un sensore oppure di un altro dispositivo. I sensori presenti nell'ambiente potranno entrare a far parte del processo di pianificazione delle attività, e/o dovrà essere possibile interagire in maniera automatica con gli impianti di domotica avanzata.

Tra i servizi che è possibile implementare, particolare attenzione merita il servizio di Planning e Scheduling tramite il quale sarà possibile effettuare all'Agente Supervisore delle richieste concernenti la sequenza di azioni da compiere per raggiungere un determinato obiettivo. L'idea di base consiste nell'elaborazione di un piano sintetizzato anche con il supporto fornito da operatori umani: il piano verrà istanziato nel tempo e lo schedule così ottenuto verrà dispatchato alle entità robotiche le quali a loro volta interpreteranno le varie attività dello schedule come goals. Altri servizi disponibili potranno essere, ad esempio, un servizio di Path Planning, un servizio di localizzazione di persone nell'ambiente, oppure, ad uno stato più avanzato del progetto, la funzionalità di Human Input Interpretation.

Le funzionalità che possono essere realizzate secondo la precedente impostazione sono immaginabili nelle seguenti: per quanto riguarda l'ambiente casalingo, la gestione degli appuntamenti, eventi sociali, la pianificazione delle varie attività terapeutiche e legate in genere al benessere della persona; in generale quindi, può essere implementata una funzionalità che può essere definita di reminding. Per quanto riguarda invece l'organizzazione del lavoro in una residenza sanitaria assistita, è ipotizzabile l'utilizzo del tool per attività di management del workflow, di ottimizzazione delle operazioni nonchè di allocazione delle risorse.

Da non sottovalutare è anche il possibile utilizzo del sistema per realizzare utili funzionalità di tipo predittivo, ad esempio il riconoscimento preventivo di pericoli derivanti dallo svolgimento di attività in ambiente domestico, e conseguente emissione del warning, per arrivare a capacità di riconoscimento di colli di bottiglia presenti in un workflow predeterminato. Un successivo utile impiego del sistema può anche essere individuato nell'ambito del monitoraggio dell'esecuzione delle attività e all'effettuazione di valutazioni di tipo diagnostico.

<< INDIETRO  ::  AVANTI >>

HOME